ieri...


.. da un lungo periodo di letture scientifiche come astronomia, cosmologia... ad un binocolo... infine con l'acquisto di un piccolo telescopio usato ceduto da un amico fui trascinato, si fa per dire, nell'immensità della volta celeste.

 

...oggi

 


...oggi ci sono dentro fino al collo, ma non esageratamente. Colgo le ottime occasioni quando con amici astronomi più competenti mi tengono per mano per assicurarmi di non commettere errori. Restano per me momenti di relax, emozionanti e meravigliosi, ma in
assoluto momento di distensione.
Essere rilassati e concentrati in qualsiasi occasione, da i suoi frutti

 

 

 

 

premessa

.

..Premetto che...

…non rientra nei miei hobby, ma sono nei momenti di relax un attivissimo lettore di astronomia e cosmologia. Negli ultimi tempi sono maggiormente dedicato ad una osservazione più attenta.
Non può certo sorprendere nessuno il fatto di rimanere incantato ad ammirare la volta celeste nelle belle serate di primavera e ancor più entusiasmante in posti lontani dalle città dove quiete e solitudine, pulizia dell’aria non inquinata, ti permettono una visuale del cielo immenso di stelle. Sono momenti che ognuno di noi in quelle circostanze si sofferma a riflettere e confrontare, l’immensità dell’universo con noi esseri, piccolissimi, infinitesimali, oserei dire nullità al cospetto.
Ecco perché astronomia – radioastronomia – cosmologia – teorie scientifiche, con gli anni si perfezionano per la conoscenza che l’uomo a tutti i costi vuole raggiungere e ponendosi sin dagli albori della scienza la enigmatica domanda: SIAMO SOLI NELL’UNIVERSO?

L’universo è ancora in espansione oppure in contrazione secondo la teoria del BIG BANG?
Beati coloro che ci saranno!!! sicuramente ospiti di un altro mondo simile alla terra, poichè il sole una volta esaurito il suo ciclo divenendo una nana bianca ( previsto tra cinque miliardi di anni circa ) della terra non resterà nulla.

(Una mia riflessione)

L'uomo è a conoscenza, esso è consapevole grazie alla sua intelligenza di poter lasciare nel futuro una eredità di sviluppo, di tecnologie avanzatissime ma per la sua ingordigia, per la sua fame di potere, di sopraffazione verso i suoi stessi simili finge di non sapere i danni che in futuro riserverà a coloro i quali dovranno perpetuare la nostra specie.
Dovremo per questo anticipare la distruzione della terra? Il concetto è vivere gli anni della sua vita a qualunque costo, a discapito di tutto e di tutti.
Strano modo di concepire il tempo!

Oreste