i telescopi

 
 


Il telescopio è uno strumento ottico composto da lenti o da specchi intubati in una montatura che permette l'allineamento. La raccolta e la focalizzazione della luce proveniente da oggetti lontani e
l'immagine finale ingrandita permettono di " vedere di più " di quanto il solo occhio nudo permette. Per queste caratteristiche esso può essere facilmente paragonato ad un grande occhio. Le due principali classe di telescopi usate dagli astrofili sono:
telescopio riflettore e telescopio rifrattore.

 

 

le osservazioni

 

Non me ne vogliano gli astrofili, ma in questo campo navigo ancora nel buio più pesto...pieno di stelle!

Essere un lettore appassionato di astronomia, cosmologia, radioastronomia è una cosa, ma immaginarsi di voler tutto ad un tratto esplorare, fotografare, scoprire magari una nuova stella…con la prima osservazione al telescopio, ebbene e meglio darsi una calmata, ragionare sulle cose da fare prima che qualcuno decida di trasferirti alla più vicina ASL mentale. Osservare a occhio nudo prima, o con un binocolo da 7x50.. e decidere di “curiosare” con un telescopio poi, ebbene ragazzi vi garantisco che la esperienza e quanto meno traumatica. La calma è la virtù dei forti!.
Un telescopio? Di che marca, di che tipo….di che tutto! Per finire nel chiederti cosa costa. Una navigata per diversi giorni sui vari siti.. e mi sono perso nella vastità delle offerte, a partire dai 200 euro fino a 8000-9000 euro..!! brrr mi vengono i brividi. Qui bisogna attingere qualche informazione da persone esperte che possano darti dei consigli su come iniziare e cosa comprare. Anche in questo caso su molti siti di astronomia ho trovato ciò che realmente avevo bisogno. Bene! una breve pausa di riflessione dove nell’attesa attingevo quanto più materiale possibile circa la possibilità di possedere un telescopio, come usarlo, quali caratteristiche doveva avere, per almeno iniziare nel migliore dei modi. Il timore di acquistare qualcosa più grande rispetto alle mie capacità in materia mi atterriva, ecco perché lasciai momentaneamente soprassedere alla cosa.
A volte mi sembra di convincermi che la telepatia sia qualcosa di concreto, lo sarà poi veramente questo non so proprio dirvelo, il fatto è che a volte capita spesso trovarti di fronte a tale fenomeno se così vogliamo definirlo. Sento un amico e chiacchierando del più e del meno gli chiedo; conosci qualcuno che si libera di un telescopio? Non voglio spendere molto! Posso venderti il mio! Mi fu regalato diversi anni fa ed usato poche volte, era così snervante il dover inseguire una stella che riposi il tutto nel suo imballo originale e non lo usai più. Porca vacca fermi tutti! Quando possiamo vederci? Ricordo che nel giro nemmeno di una settimana il suo telescopio era a casa mia. Affare fatto.
Affare fatto due volte poiché un minimo di consigli avuti dall’amico mi sono stati più utili dell’acquisto del telescopio. La sera successiva aperto l’imballo tiro fuori tutta la documentazione (fortunatamente in italiano) ed incomincio ad esaminare le caratteristiche, il modello, il tipo, cosa era possibile ottenere con questo tipo di telescopio e altro ancora. Per dovere di chi legge elenco le caratteristiche del telescopio:

Riflettore Newton
marca Konus D114/1000, f/8,8, p.r. 1, max magnitudine 12 montatura equatoriale con AR e DEG manuale. Diametro fuocheggiatore 24.5mm. Anche se un po vecchiotto rispetto alle ultime generazioni può andar bene viste le mie prime esperienze in merito. Un domani si vedrà!
Finalmente decido di montarlo. Il treppiedi, la montatura equatoriale l’asta per il contrappeso infine appoggiare il tubo ottico sulla sua culla, inserisco un oculare da 20mm e come da manuale: la collimazione, l'allineamento del cercatore con il telescopio per finire con il bilanciamento e postazione equatoriale.. ed eccomi ad osservare….a parte una bella mezza luna….NULLA!

Ero a conoscenza delle difficoltà, sapevo che non era facile per un primo impatto ma l’entusiasmo di iniziare ad osservare da un telescopio ti fa perdere il senso della ragione e quanto di più importante hai appreso al riguardo. Pur essendo le 23:45 quasi prossimi alla mezzanotte non rammenti più che l’osservazione va fatto di notte….e già! Mi resi conto che, anche se abito in periferia, la zona circostante la mia abitazione risulta sempre ….giorno!! forse se punti il telescopio allo zenith riesci a “individuare” un po’ di buio! Afferrato? Credo di sì.
Vi terrò informati! devo prima sapere dove riesco ad arrivare....buona osservazione a tutti.